Mattia Martorano

Già vincitore, in veste solistica ed in formazione cameristica, del concorso internazionale di musica, “Città di Stresa”, sezione giovani, edizione 1994, Mattia Martorano (1980) compie gli studi musicali con Sonick Tchakerian, conseguendo all’età di 19 anni il diploma di violino presso il Conservatorio “C.Pollini” di Padova. Contemporaneamente, maturato a pieni voti presso il cittadino Ginnasio Liceo, contempera la formazione umanistica con gli studi di ingegneria nell’ateneo patavino. Nella sua attività musicale si trova presto ad approfondire e praticare i più svariati generi: dalla classica alle avanguardie, dal jazz alla musica etnica. In particolare avverte una predilezione per lo stile in voga nelle prime decadi del XX secolo, cimentandosi nell’hot jazz e nello swing, e manifestando il profondo amore per il violinismo di Stéphane Grappelli, che rimane d’ora innanzi saldo riferimento nel suo percorso formativo. Nel 1999 raggiunge la finale ed ottiene la vittoria assoluta, del certame musicale “Fondazione Cassa Di Risparmio” in una formazione swing Anni Trenta. Produce peraltro personali composizioni oggetto d’interesse nelle scuole di danza per la loro valenza coreografica. Non trascura l’ambito classico, dove collabora con “I Solisti Della Stravaganza”, “I Musici Della Concordia”, “Ensamble Francesco Petrarca”, “I Solisti dell’Orchestra delle Venezie” e “Orchestra Pietro D’Abano” in cui, oltre al repertorio classico e romantico, affronta anche in qualità di solista il repertorio barocco. Con “Orchestra Delle Venezie” conta sessioni di registrazione ed importanti concerti in Italia e all’estero, rivestendo anche il ruolo di spalla. Ha suonato con artisti internazionali contando collaborazioni con musicisti del calibro di Piero Toso, Giovanni Angeleri, Daniele Di Gregorio, Jino Touche, Manomanouche etc. Affianca produzioni in ambito jazzistico con svariate formazioni, partecipando ai festival “Jazzandra”, “Veneto Jazz”, “Trasimeno Blues”, “Venezia Suona”, “Tra Ville e Giardini” etc. Con il quintetto hot “Gypsy Dixie” programma tourné anche all’estero a fianco della vocalist afro-americana Tammy McCann (Ray Charles orchestra). Nell’ambito della musica leggera ha molteplici esperienze come tournista, sia in sala di registrazione che dal vivo. E’ nella band che apre il concerto di Goran Bregovich a Padova nel luglio 2004. Dedica attività di recupero e divulgazione del repertorio etnico popolare, soprattutto dell’est europeo, con Oliviero De Zordo e Nicola Marsilio (Calicanto), assieme ai quali costituisce dal 2001 l’ensamble “Kaléidos”. E’ coinvolto stabilmente in diversi progetti di tributo a Django Reinhardt con “Petit Swingtette Italien”, “Alma Swing” e il chitarrista Lino Brotto.

Comments are closed